Increase size
Reset to Default
Decrease size
Home

Albo Pretorio

Risorse

 

 

 


Docenti e Genitori possono accedere cliccando sull'icona

scuolamia

Amministrazione

Comunicato stampa - La mia scuola sostenibile PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Mercoledì 16 Aprile 2014 13:35

Si è svolto il giorno 08/04/2014 presso l’Auditorium “Mario Papadia” di Via Ferri, nell’ambito del progetto triennale “La mia scuola sostenibile”, un incontro tra le delegazioni del Liceo “Antonio Calamo” di Ostuni (BR) e del Liceo “Galileo Galilei” di Nardò (LE) per la firma di un Protocollo di Intesa per Gemellaggio avente come finalità:

  1. La valorizzazione, innovazione e miglioramento delle risorse umane presenti nelle comunità scolastiche dei rispettivi Istituti.
  2. La valorizzazione delle città di Ostuni e Nardò con particolare riferimento alle problematiche riguardanti le risorse, la regolamentazione e la gestione dei centri storici.
  3. La sensibilizzazione ed educazione al rispetto dell’ambiente, al risparmio e alla sostenibilità con l’obiettivo di fare diventare gli studenti delle scuole “cittadini consumatori attivi e consapevoli capaci di gestire e indirizzare adeguatamente il sistema energetico della scuola, famiglia e città verso una logica del risparmio e sostenibilità”.
  4. La valorizzazione dell’associazionismo per lo sviluppo del lavoro dei giovani.

Il protocollo è stato firmato dalla Prof.ssa Annunziata Ferrara, Dirigente del Liceo “Antonio Calamo” di Ostuni, dalla Prof.ssa Emilia Fracella, Dirigente del Liceo “Galileo Galilei” di Nardò e dall’Avv. Marcello Risi, Sindaco di Nardò.

All’incontro erano presenti: l’Assessore al Diritto e alla Formazione della Regione Puglia, la  Dott.ssa Alba Sasso, il Presidente della Provincia di Lecce,Dott. Antonio Gabellone, l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Nardò ,dott. Carlo Falangone e l’ing. Pantaleone Pagliula, coordinatore del Progetto “La mia scuola sostenibile”.

 
 
 


Leggi 0 Commenti... >>
 
Fenomeni naturali e cambiamenti climatici PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Domenica 13 Aprile 2014 12:42

 

Il cambiamento climatico costituisce argomento di frequente attualità e pressante sensibilizzazione.

 

Gruppi di Lavoro formati da esperti internazionali sono in costante attività nell’ambito dell’ I.P.C.C. (Interngovernmental Panel on Climate Change) per esaminare la vulnerabilità dei sistemi ambientali ed i rischi sociali ed economici derivanti da un cambiamento climatico prevedendo possibili scenari futuri.

L’incontro di Martedì è un’occasione per presentare la tendenza meteo-climatica nel Mediterraneo ed in particolare nell’area Ionica tra Puglia e coste della Grecia mediante analisi di serie storiche di parametri significativi, rispondendo alle domande:

- Quali processi naturali formano i fenomeni meteorologici nello Ionio?

- Quali fattori influenzano la formazione del clima locale e le condizioni ambientali?

- Come ci aiuta l’analisi continua della quantità di pioggia a studiare il cambiamento climatico?

- Quali informazioni ci possono fornire le misure di Energia Solare?

- In quale misura il clima dello Ionio si sta alterando?

Gli argomenti, comunque di interesse comune, si inquadrano nei programmi di Scienze Naturali, Fisica e Matematica trattati durante gli ultimi due anni di corso del Liceo Scientifico, e possono costituirne utile approfondimento, applicazione e caratterizzazione fornendo nel contempo uno stimolo per future ricerche.

 


Leggi 0 Commenti... >>
Ultimo aggiornamento Domenica 13 Aprile 2014 18:29
 
Visita all'osservatorio astronomico di Praga PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Lunedì 31 Marzo 2014 11:17

VISITA ALL’OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI PRAGA

Dal 5 al 9 Marzo 2014 gli studenti delle classi IIIA e IIIB del Liceo Classico, accompagnati dai Proff. Antonio Calò, Cosimo Greco e Marcello Spedicato, hanno effettuato il viaggio d’istruzione a Praga, “città magica”, capitale della Repubblica Ceca dal 1993, nonche’ capoluogo della Boemia centrale. Prezioso scrigno di tesori architettonici, la città si adagia sulle sponde della Moldava (Vltava) ed è stata nel passato crogiolo di etnie dove l’elemento Ceco si è fuso con quello ebraico e Tedesco offrendo spazi ai movimenti religiosi, ai traffici, ai commerci e all’industria in virtù della favorevole posizione geografica, al centro delle vie di comunicazioni tra il settentrione e il mezzogiorno della vasta area germanico-slava.

La città che ha ospitato o dato i natali a personaggi come gli astronomi Tycho Brahe e Giovanni Keplero, Albert Einstein, Wolfang Amadeus Mozart, Franz Kafka e tanti altri è un patrimonio della cultura e della civiltà del mondo intero.

Dopo aver visitato il castello, annoverato tra le più grandi fortezze del mondo, i quartieri di Malà Strana e Staré mesto, il quartiere ebraico con il cimitero, il museo e le sinagoghe, la cattedrale, Ponte Carlo, alcune ore sono state dedicate alla visita dell’ Osservatorio Astronomico Štefánik (in ceco Štefánikova hvězdárna) è un'importante una struttura scientifica situata in cima alla collina di Petrin, nella punta più meridionale della Hradcany, poco distante dall'uscita della funicolare. Fu completato nel 1928. E' intitolato alla memoria dell'astronomo slovacco Milan Rastislav Štefánik, personaggio poliedrico che è stato anche militare e Ministro della guerra della Cecoslovacchia dopo l'indipendenza. Oggi il compito che la struttura si prefigge è quello di rendere popolare l'astronomia e le scienze ad essa collegate.

I principali telescopi dell'osservatorio sono un telescopio a doppia rifrazione della Zeiss di Jena con oculari Konig, e un telescopio Maksutov-Cassegrain collocato nella cupola principale costruita nel 1928, e installato nella cupola occidentale nel 1976. La cupola orientale dell'osservatorio viene utilizzata per osservazioni scientifiche ed è stata attrezzata dal 1999 con un telescopio catadiottrico da 40mm Meade. Davanti alla meridiana dell'osservatorio è collocata la statua di Štefánik.

Grazie alla disponibilità della responsabile dell’osservatorio i nostri ragazzi hanno potuto osservare il sole con le sue protuberanze, fotografare le macchie solari e cimentarsi in diverse esperienze interattive con specchi, lenti e onde elettromagnetiche. Si allega un breve video a testimonianza di questa fantastica esperienza!

Prof Marcello Spedicato, docente di Scienze Naturali, Liceo Classico



Leggi 0 Commenti... >>
Ultimo aggiornamento Lunedì 31 Marzo 2014 12:48
 
Modello di verbale PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Lunedì 17 Marzo 2014 21:53

Nella sezione download didattica modulistica è possibile scaricare il modello di verbale dei Consigli di Classe.
E' necessario registrarsi.


Leggi 0 Commenti... >>
Ultimo aggiornamento Mercoledì 19 Marzo 2014 15:03
 
NO alla tossicodipendenza e all’alcolismo. PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Giovedì 13 Marzo 2014 14:14

Il Liceo Scientifico dice

no alla tossicodipendenza e allalcolismo.

Nel terzo millennio la tossicodipendenza e l’alcolismo dovrebbero essere ormai percepiti come anacronismi propri della barbarie, dell’ignoranza e dell’inciviltà: eppure l’opinione pubblica non può che restare attonita e incredula dinanzi agli innumerevoli episodi di cronaca con cui ci bombardano i media.

Il Liceo Scientifico, particolarmente sensibile a questi temi sociali, ha identificato socraticamente nel dialogo lo strumento conoscitivo di sensibilizzazione, di prevenzione e di  informazione più appropriato per avvicinare le giovani menti alla trattazione di questioni così vive e attuali nella dialettica della comunità scientifica nazionale ed internazionale.

Il 1° marzo scorso nell’auditorium del Liceo Scientifico si è pertanto tenuto un convegno a cura del Lions Club di Nardò, presidente dott. Salvatore Adamo, con la partecipazione di illustri relatori: il chimico e tossicologo dott. Giacomo Greco e il medico legale dott. Roberto Vaglio.

L’alcolismo e la tossicodipendenza sono alimentati da una triplice matrice comune: la stupidità, l’ignoranza e la debolezza umana, la convinzione di poter introdurre nel proprio corpo sostanze estranee con le quali poter risolvere i problemi della vita.

Alla radice di queste brutali dipendenze risiede l’incapacità di ricorrere alla propria energia interna, di far uso della propria ragione, di non uniformarsi non a quella parte di popolazione, o, più propriamente, di anticiviltà, che ne è affetta, ma a quella pseudoidea secondo cui l’alterazione delle percezioni psichiche e sensoriali consenta di affrontare le sfide, i dubbi e le contraddizioni della vita, che è sacra, che è il bene più prezioso.

Spesso si dice che la droga e l’alcol siano alla base della distruzione della vita dei giovani, ma la verità è che non si possono più attribuire a questa fascia sociale le colpe di un problema morale, ideologico e culturale dalla portata planetaria: tanto chi fa uso diretto di tali sostanze, che chi si prodiga alla diffusione capillare del fenomeno in ogni strato sociale, non può essere associato al concetto di persona, poiché essa possiede intrinsecamente quella facoltà razionale inversamente proporzionale alla spirale dell’idiozia delle dipendenze, all’abnegazione della natura umana, allo svilimento dell’idea stessa di essere umano.

Il dott. Giacomo Greco e il dott. Roberto Vaglio hanno espresso con parole forti, cariche di anni di esperienza, la propria vicinanza ai giovani ed hanno trasceso dall’ordinaria attività di sensibilizzazione mediante la presentazione di testimonianze concrete e di reali storie di vite spezzate e strappate indirettamente e direttamente dall’alcolismo e dalla tossicodipendenza.

Il loro messaggio, rivolto alla società, è che è illogico ricorrere a sostanze psicoattive per eliminare i problemi della vita, poiché queste dipendenze, di ordine psicologico e fisico, annientano insieme ad essi non solo l’esistenza stessa dei tossicodipendenti, ma generano, o meglio, degenerano nel degrado dell’ambiente sociale di cui fanno parte gli altri individui, che troppo spesso scontano con la morte la non-vita di quella parte di anticiviltà, perifrasi eufemistica per indicare invertebrati dalle percezioni alterate e dalla mente dilaniata dal vuoto.

E affinché questo vuoto non strappi altre vite, non dobbiamo pensare che la tossicodipendenza sia estranea alla nostra realtà, perché essa è un problema che ci coinvolge personalmente, come cittadini parte di una coscienza civile collettivache ha il dovere morale di non tacere su questa piaga sociale e di agire per estirparla definitivamente dalla società.

La tossicodipendenza e l’alcolismo sono forme di schiavitù da cui l’umanità non è ancora libera. È necessario pertanto che all’evoluzione del fenomeno corrisponda un’adeguata attività di controllo, di prevenzione e di sensibilizzazione, per affiancare all’analisi clinica di queste psicopatologie un’indagine sociologica e culturale al fine di individuare le cause generatrici del problema.

 Non per una rivoluzione estetica, etica, sociale, ideologica e sanitaria, ma

per riprenderci la nostra dignità:

no alla tossicodipendenza e all’alcolismo.

                     

Non immaginiamo un mondo migliore, non speriamo in cambiamenti radicali, ma costruiamolo adesso, senza parole, ma con la concretizzazione delle idee in fatti.

Cambiare si può: iniziamo dalla nostra mentalitàinsieme.

Luigi Polo  IV B Liceo Scientifico

   
     

Leggi 0 Commenti... >>
Ultimo aggiornamento Giovedì 13 Marzo 2014 15:09
 
Incontro con l'autore: Francesco Danieli PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Sabato 01 Marzo 2014 17:14

SABATO 8 marzo, ore 9.30: classi seconde Liceo Classico, via XX Settembre.



SABATO 15 marzo, ore 9.30: classi quarte Liceo Scientifico e Scienze Umane, via Ferri, auditorium Mario Papadia.

Decimo volume della collana editoriale MeditEuropa, legata al Dipartimento di Beni Culturali (Facoltà di Lettere, Filosofia, Lingue e Beni Culturali) dell'Università del Salento, "Fasti e linguaggi sacri. Il barocco leccese tra riforma e controriforma" è un volume di Storia nell'Arte e di Arte nella Storia. L'autore, Francesco Danieli, dimostra in 296 pagine che il barocco, e nella fattispecie il barocco leccese di area ionica, non è solo decorazione, ma qualcosa di più profondo che va esplorato e lumeggiato. Il fenomeno può essere meglio compreso solo se si riesce a ricostruire il contesto entro il quale nasce e si sviluppa, cercando di chiarire in primo luogo le premesse storico-teologiche che lo alimentano nel breve-lungo periodo. Per questa ragione diventa propedeutico ed essenziale l'esame dei processi di tridentinizzazione che hanno investito la Terra d'Otranto dal tardo Cinquecento a tutto il Settecento, arco di tempo in cui il nuovo gusto artistico si fa gradualmente strada, diventando via via un habitus che pervade in maniera predominante le arti e la cultura nelle sue molteplici espressioni. Danieli ha cercato di costruire la sua ricerca su basi solide, arricchendola non solo di innumerevoli richiami scritturistici e patristici, ma vincolandola anche ai più noti repertori iconografici antichi e moderni per cogliere l'essenzialità del messaggio che i committenti e gli artisti hanno voluto lasciare come impronta indelebile del loro lavoro. Con il passaggio dal piano iconografico a quello iconologico l’Autore pone per iscritto vere e proprie catechesi di stampo tridentino, capaci di illuminare in profondità il manufatto analizzato e di dare ad esso significati esplicativi e aggiuntivi, difficilmente raggiungibili seguendo percorsi e coordinate esclusivamente spettacolari. La selezione dei manufatti operata da Danieli consente di declinare al meglio la storia e l'arte di un popolo e di offrire, confidando nell'analisi iconologica, quelle novità sul piano euristico che fino ad ora hanno reso incompleta la comprensione di gran parte delle opere artistiche del periodo barocco. (dalla Prefazione di Mario Spedicato)


Francesco Danieli, classe 1981, è originario di Galatone (Le). Dopo la maturità classica (Liceo Galilei, Nardò), intraprende gli studi di Filosofia e Teologia che lo condurranno nel 2004 alla laurea presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale di Napoli. A Roma, alunno del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana, ottiene nel 2007 il diploma postuniversitario in Archeologia. Sempre nella Capitale, presso l'Università della Santa Croce, consegue nel 2008 la licenza in Teologia e la specializzazione in Storia. Presso il medesimo ateneo vince il dottorato di ricerca in Teologia - Storia, discutendone la tesi nel 2010. Membro della Società di Storia Patria per la Puglia (sez. di Lecce), nel 2007 è cofondatore della rivista “Spicilegia Sallentina”, di cui sarà vicedirettore fino al 2011. Per le Edizioni Universitarie Romane (Roma) è direttore fin dal 2007 della collana editoriale “Gli Argonauti”, strumento scientifico che accoglie studi a carattere storico, artistico e antropologico culturale. Fa parte del comitato di redazione de “L'Idomeneo”, periodico del Dipartimento di Beni Culturali dell'Università del Salento. Cultore della materia presso la cattedra di Storia Sociale dei Media (Facoltà di Lettere, Filosofia, Lingue e Beni Culturali dell'Università del Salento), collabora con diverse associazioni culturali nazionali ed è invitato a tenere conferenze in tutta Italia. Storico e iconologo assai apprezzato, ha scritto numerosi volumi e firmato centinaia di saggi per riviste e opere miscellanee. È noto a livello internazionale per i suoi studi sull’esperienza estetica di San Filippo Neri, editi dalle Edizioni San Paolo nel 2009.

Leggi 0 Commenti... >>
Ultimo aggiornamento Domenica 16 Marzo 2014 22:56
 
LICEO GALILEI PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Giovedì 27 Febbraio 2014 15:06

 
Incontro con l'autore: Giovanni Fasanella PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Giovedì 27 Febbraio 2014 15:00


Leggi 0 Commenti... >>
 
Il Carsismo e le grotte del Salento PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Giovedì 27 Febbraio 2014 14:38

Martedì 11 Febbraio 2014 gli studenti del primo anno del ginnasio e del primo anno del Liceo Classico hanno incontrato, nell’ambito di un percorso didattico multidisciplinare mirato alla conoscenza del territorio, il Dr Raffaele Onorato, autore del libro “Dove osano le anguille”, edito da negroamaro , esperto speleosubacqueo e per dodici anni responsabile del Corpo Nazionale Soccorso Alpino per Puglia, Calabria e Basilicata.

In un fantastico viaggio durato più di tre ore, il Dr. Onorato, accolto dal Dirigente Scolastico Prof.ssa Emilia Fracella,  ha ripercorso la storia geologica del Salento, a partire dal mare del Cretaceo di 135 milioni di anni fa fino ai nostri giorni, illustrando con competenza, professionalità e amore,  il fenomeno carsico e la formazione delle grotte, con particolare riferimento alle grotte sommerse e agli organismi viventi che le popolano.

I riferimenti personali accumulati in quarantadue anni di attività speleosubacquea e le abilità divulgative dell’oratore hanno appassionato studenti e docenti, coinvolgendoli in un dialogo aperto e fruttuoso durante il quale si sono gettate le basi per un approfondimento della conoscenza del territorio di Nardò, a cui seguiranno visite guidate alla Palude del Capitano (zona SIC, sito di interesse comunitario) e alla vora del Parlatano. Il Prof Dario Morgante, docente di Storia dell’Arte, ha integrato la relazione con riferimenti antropico - espressivi parietali e mobiliari a partire da 40.000 anni fa, periodo a cui risalgono le prime testimonianze preistoriche dell’Homo Sapiens in Puglia e nel Salento.

Si ringrazia per la collaborazione la Prof.ssa Anna Messina, Funzione Strumentale Area 3, il Prof. Antonio Calò, responsabile della sede del Liceo Classico di via XX Settembre e il Sig. Nicola Gattuso del personale di segreteria.

Prof. Marcello Spedicato
Docente di Scienze Naturali, Liceo Classico



Leggi 0 Commenti... >>
Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Febbraio 2014 22:28
 
Ultimissime da LSU E LES PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Sabato 22 Febbraio 2014 12:16

La scuola fuori classe

Le studentesse e gli studenti del Liceo Economico Sociale di Nardò, danno il via alle attività di stage, programmate per quest'anno scolastico, con un'indagine di mercato presso l’Iper Simply.

I ragazzi della III B del Liceo Economico Sociale, la mattina di sabato 15 febbraio erano nell'ingresso dell’Iper Simply  per intervistare gli avventori del centro commerciale. Semplici quesiti per conoscere le abitudini e i comportamenti dei consumatori. E' una ricerca didattica all'interno delle attività di stage che connotano il LES come il “Liceo della contemporaneità”. Un liceo innovativo che offre ai ragazzi l'occasione per comprendere le dinamiche economiche e sociali così importanti nel mondo contemporaneo.

Questa esperienza di apprendimento in situazione reale motiva e incuriosisce gli studenti liceali abituati ad uno studio teorico lontano dal mondo delle aziende. Ora, finalmente, abbiamo un liceo in grado di “coniugare il sapere con il fare”, ovvero un percorso formativo che porta gli studenti dai banchi di scuola al territorio, dai libri al mondo del lavoro, attraverso stage curricolari ed estivi. (oppure: attraverso una collaborazione con le aziende, enti e istituzioni).

 


Incontro con l'autore Bruno Maida

 

La storia della shoah riattraversata “con occhi di bambino”.

Lo storico Bruno Maida, il 10 Febbraio, ha presentato il suo ultimo libro alle Alunne e agli Alunni del LICEO DELLE SCIENZE UMANE.

L’incontro si è svolto nell’ “Auditorium M.Papadia” di via Ferri e rientra nell’ambito delle manifestazioni organizzate dalla Regione Puglia, in collaborazione con l’Associazione Presidi del Libro, il Comune di Nardò e il LICEO G. GALILEI, per “Il mese della Memoria”.

“E quando anche qualche prova dovesse rimanere, e qualcuno di voi sopravvivere, la gente dirà che i fatti che voi raccontate sono troppo mostruosi per essere creduti”, scrive Primo Levi

nel suo “I sommersi e i salvati”.

Anche solo per scongiurare questo pronostico  abbiamo il dovere di ricordare!

Proprio perché l’immensa barbarie della Shoah risulta incredibile, è importante spiegare con chiarezza quanto è accaduto; la Scuola, non certo per uno “sterile dovere di memoria”, deve insegnare, a chi ancora non sa, come e quando quell’atrocità si è consumata.

Nel libro” La Shoah dei bambini” Maida indaga con sguardo acuto e lucido le dinamiche di questo terrificante processo storico, da un punto di vista poco esplorato, quello dei bambini:

sia dei “bambini ariani”, educati al razzismo e alla guerra, che dei “bambini ebrei” , allontanati dalla scuola, testimoni impotenti, prima della progressiva emarginazione sociale e lavorativa dei genitori, poi della loro distruzione psicologica e eliminazione fisica.

Il contesto di riferimento di Maida è soprattutto quello italiano: un mosaico realizzato attraverso le storie di bambini ebrei che furono perseguitati e deportati dall’Italia tra il 1938 e il 1945. L’Autore analizza le strategie e i comportamenti della vita quotidiana, le paure e le speranze, l’aspetto psicologico più strettamente legato ai traumi che quelle esperienze provocarono, influenzando per sempre alcuni elementi della identità e del rapporto con il mondo di quei pochi “piccoli” che hanno avuto la possibilità di diventare “grandi”.

La riflessione dunque parte dalla Storia ma sollecita e pone domande: moltissime sono state quelle rivolte a Bruno Maida dagli alunni delle classi liceali coinvolte.

Lo stesso Autore introduce il suo discorso dicendo: “Uno si occupa di Storia perché ha delle domande, oggi!”; è proprio per questo motivo, perché ci poniamo domande e cerchiamo risposte  che riguardino la società in cui viviamo che abbiamo scelto il LICEO DELLE SCIENZE UMANE.


Leggi 0 Commenti... >>
Ultimo aggiornamento Domenica 23 Febbraio 2014 10:36
 
La grande fionda PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Lunedì 10 Febbraio 2014 10:19

 

LEONARDO da VINCI “ospitato” al GALILEO GALILEI

Ha chiuso i battenti lo scorso 15 febbraio la mostra “LA GRANDE FIONDA DI LEONARDO DA VINCI”, esposizione di macchine ideate dal grande Leonardo e realizzate da Giuseppe Manisco presso il LICEO SCIENTIFICO  e LICEO delle SCIENZE APPLICATE di NARDO’.

Il “maestro” Giuseppe Manisco ha dettagliatamente illustrato alle numerose scolaresche in visita guidata i materiali, le tecniche ed il funzionamento delle macchine in mostra, riuscendo altresì ad appassionare grandi e piccoli alla vita del genio del Rinascimento.

Noi studenti del Liceo Scientifico siamo riusciti a ricreare la magica atmosfera rinascimentale indossando abiti ed eseguendo brani musicali d’epoca. È stato come un tuffo nella cultura del passato che ci ha permesso di apprezzare “in toto” la figura di Leonardo da Vinci che conoscevamo soprattutto come pittore e autore di aforismi, coniugando così la cultura umanistica a quella scientifica che è il tratto distintivo e caratterizzante del nostro Liceo.

Giovanni Maceri, Federico Lezzi, Ludovica Livieri, Emanuele Dell’Anna, Martina Calignano, Giorgia Bottazzo 2B
Giulio Pellegrino 3B
Alberto Zacà 3C

Qui tutte le foto.


Leggi 0 Commenti... >>
Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Febbraio 2014 08:07
 
Workshop: NUOVA ECDL PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Sabato 08 Febbraio 2014 13:32


Leggi 0 Commenti... >>
Ultimo aggiornamento Sabato 08 Febbraio 2014 16:58
 
« InizioPrec.12345678910SuccessivoFine »

Pagina 1 di 12
 

METEO GALILEI

realizzata grazie ai fondi

PON FESR E1 2011 - 1515

"Ambienti per l'apprendimento"

veduta massima webcam

fotosequenza di oggi


DATI RILEVATI IN TEMPO REALE

GRAFICI STORICI




Rilevatore di fulmini


Direttamente da
meteonazionale.it

<<  Aprile 2014  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
30    

il Quotidiano in Classe

  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator
  • JoomlaWorks Simple Image Rotator

Meteo

I nostri MP3

Sondaggio

Quali siti utilizzi maggiormente navigando su Internet?